Archivio »
   

Il nuovo libro di Antonio Areddu

 

Mores: 07-08-2011

 

 

Alla fine dell’800, la rimozione del ruolo avuto nel movimento di Giovanni Maria Angioy dai fratelli Francesco e Giovanni Antonio Areddu detto “Totoy”, attori di un processo rivoluzionario caratterizzato da aspetti originali e autoctoni che si era fatto carico d’istanze avanzate e radicali, la partecipazione agli eventi del Risorgimento e la difesa delle tradizioni locali costituiscono il paradigma degli intellettuali di Mores: il teologo Giovanni Antonio Areddu, l’avvocato Giuseppe Maria Areddu, il pubblicista studioso di tradizioni popolari e poeta Giuseppe Calvia, l’architetto Salvatore Calvia, l’avvocato Paolo Farris e, infine, il sacerdote poeta Efisio Soletta.

L’autore è partito dall’esame di queste figure per indagare poi le origini del marchesato, le agitazioni antifeudali degli anni ‘60 e ‘70 del XVIII sec. che precedettero la “Sarda Rivoluzione” e la successiva svolta moderata.

Al centro degli avvenimenti il duca dell’Asinara don Antonio Manca y Amat e le relative dinamiche antifeudali nei suoi feudi: le baronie d’Ardara e di Ossi, la contea di San Giorgio, il ducato dell’Asinara e Piana e i marchesati di Montemaggiore e di Mores.

Tali accadimenti, insieme al ricercato prestigio sociale della famiglia Manca y Amat, le variazioni della rendita feudale, smentiscono una visione statica di quel periodo storico in Sardegna e costituiscono la peculiarità della ricerca.

Il nuovo duca dell’Asinara e di Vallombrosa Vincenzo Manca, alcune vicende del Consiglio comunitativo, l’editto delle chiudende e l’estinzione del marchesato nel biennio 1839-1840 costituiscono altre significative pagine della storia alquanto complessa e mai indagata della Comunità di Mores.

La storia dei discendenti della famiglia Manca y Amat ed in particolare la figura di Antoine Amédée Marie Vincent Manca più conosciuto come marquis de Morès, intrepido imprenditore e inquietante ideologo antisemita ci porta in Francia, India, Vietnam, Stati Uniti d’America e nelle colonie francesi dell’Africa Settentrionale.

Le vicende narrate che arrivano fino al 1982, anno in cui morì l’ultimo duca dell’Asinara, affrontano, quindi, anche questioni che esulano dal contesto locale per assurgere ai grandi temi della storia nazionale ed internazionale a dimostrazione che la Sardegna non è stata mai una Terra isolata dalle grandi rotte commerciali ed estranea alle logiche di potere delle grandi potenze europee.


Maggiori informazioni al [Link]

 

per acquistare in contrassegno, scrivere a info@condaghes.it

 

 

 

 

----- News -----
ultimo aggiornamento
29-02-2020
29-06-2013


----- Visit -----

...

mail Contatti | © 2000-2007 Pro-Loco Mores - Via Milano 1, 07013 Mores (SS).  Tel-Fax: 079-7079907
Webmaster Silvestro Demartis   
Google
 

1280X1024 - 16.8 M. of colors -- I.Explorer 6.0 - M.Firefox 2.0 - Opera 9.1 - Maxthon 1.5 -- Copyright © by Pro-Loco Mores